Valentina Angeli  

                                      la critica


I boschi di Valentina Angeli
 
Alcuni pensano che l'arte debba essere soltanto una imitazione della natura e ritengono che la bravura dell'artista sia tutta nel riprodurla. Ma che senso avrebbe imitare la natura dal momento che essa è accessibile a tutti e tutti possono vederla? Invece il mestiere dell'artista consiste nel penetrare l'essenza delle cose e rivelarne quei significati che non tutti sono in grado di percepire. Consiste nel trasmettere l'anima delle cose invece di una loro fotocopia. Consiste nel rivelarne la delicatezza , la potenza, il mistero, le verità più profonde che ad una osservazione superficiale non appaiono. L'arte è il primo passo che dalla natura conduce verso l'infinito che è dentro ogni uomo. Il bosco è espressione maestosa delle meraviglie della natura. Nel bosco scorre la vita con le sue leggi eterni che rinnovano ogni giorno, con le vittorie e le sconfitte, la metafora dell'esistenza. Tra le radici ed il cielo, tra le carezze del vento e gli schianti dell'uragano, la terra respira con gli alberi. Quegli stessi alberi che l'uomo distrugge per farne carta su cui scrivere tutto il suo vuoto. "Se volete conoscere Dio lo vedrete sorridere nei fiori, poi levarsi dai prati verso il cielo e nell'ondeggiare delle fronde il suo cenno di saluto"

Brian E.Siegel